Avvertenze

AMT è un’associazione professionale che riunisce coloro che agiscono come “mediatori trasformativi“.
Si tratta di professione NON organizzata – ai sensi della legge italiana – in ordini o collegi, cioè non relativa a “attività riservate per legge a soggetti iscritti in albi o elenchi ai sensi dell’art. 2229 del codice civile, delle professioni sanitarie e delle attività e dei mestieri artigianali, commerciali e di pubblico esercizio disciplinati da specifiche normative“.

Per questo genere di attività la legge (L4_2013) prevede che i professionisti possano costituire associazioni di rappresentanza (quale è AMT) al “fine di valorizzare le competenze degli associati e garantire il rispetto delle regole deontologiche, agevolando la scelta e la tutela degli utenti nel rispetto delle regole sulla concorrenza“.

Tali organizzazioni non hanno una rappresentanza esclusiva (vale a dire possono operare più associazioni per la medesima professionalità) ma ognuna di esse è tenuta a “promuovere forme di garanzia a tutela dell’utente, tra cui l’attivazione di uno sportello di riferimento per il cittadino consumatore, presso il quale i committenti delle prestazioni professionali possano rivolgersi in caso di contenzioso con i singoli professionisti […] nonché ottenere informazioni relative all’attività professionale in generale e agli standard qualitativi da esse richiesti agli iscritti”.

Chiunque si avvalga di servizi resi da un socio AMT (vedi qui l’Elenco Soci) può così sapere quali sono i canoni cui la sua condotta (v. il Codice di Condotta qui) deve conformarsi e segnalarci eventuali disservizi (per questo vai qui).

 

Attestati rilasciati da AMT

Al fine di tutelare i consumatori e di garantire la trasparenza del mercato dei servizi professionali, AMT può rilasciare ai propri iscritti, previe le necessarie verifiche, un’attestazione relativa:

a) alla regolare iscrizione del professionista all’associazione;

b) ai requisiti necessari alla partecipazione all’associazione stessa;

c) agli standard qualitativi e di qualificazione professionale che gli iscritti sono tenuti a rispettare nell’esercizio dell’attività professionale ai fini del mantenimento dell’iscrizione all’associazione;

d) alle garanzie fornite dall’associazione all’utente, tra cui l’attivazione dello sportello (v. qui);

e) all’eventuale possesso della polizza assicurativa per la responsabilità professionale stipulata dal professionista;

f) all’eventuale possesso da parte del professionista iscritto di una certificazione, rilasciata da un organismo accreditato, relativa alla conformità a norme tecniche ISO/IES o UNI.

N.B. L’attestazione non rappresenta requisito necessario per l’esercizio dell’attività professionale e non può essere assimilato ad un certificato di qualità o ad un accreditamento o riconoscimento professionale ai sensi della normativa italiana e UE

amt.rgb.piccolo

AMT Mediatori Trasformativi

SEDE LEGALE: via Castagnole, 20/M 31100 Treviso

Copyright 2019 AMT Mediatori Trasformativi ©  Tutti i diritti riservati

Sviluppato da Pietro Ibba